Una piccola storia sciocca

spiata tra l’incrocio di braccia, corpi, capelli. Sul tram.

C’avranno avuto tredici, massimo quattordici anni.

Teneri, non del tutto innocenti, con i visi accesi da quel tipo di malizia candida che ti fa sbarrate gli occhi, piegare la testa da un lato e mordicchiarti appena il labbro di sotto.

Lei di una bellezza acerba, ma già prepotente: sciamante di capelli ricci, con due grandi mezzelune nere come il carbone, al posto degli occhi.

Lui biondino, smilzo, indeciso nell’espressione quanto nel look.

Si spiavano. Giocavano al rimpiattino con gli sguardi.

Lei, più decisa, più diretta. Quasi severa, quasi a voler fingere di essere infastidita.

Lui, titubante, perplesso. Perso tra un se e un chissà.

Quattro fermate di sincronismi mancati, di sguardi troppo brevi o troppo poco intensi. E io avrei voluto dirglielo “Ti sta guardando! Girati! E’ te che vuole!”

Poi, con una risolutezza che solo le donne sanno avere, ad un tratto lei è scesa. Oscillando di capelli. E’ partito un rallenty pazzesco, io l’ho visto,  quando ha sceso i gradini del tram. Si è attardata nel campo visivo, come a dire guardami scemo!

E lui l’ha guardata, fingendo di guardare oltre.

Poi è tornato alle sue mani e alle sue tasche. S’è guardato attorno, per un attimo, come a cercare conferma della visione.

Gli ho sorriso. Ha ricambiato, timidissimo.

M’è venuta una gran voglia di giocare con gli sguardi, sarà questa permeante cultura filmica tardoadolescenziale, che suggerisce a grandi storie d’amore di sbocciare in viscide giornate di pioggia.

Annunci

12 pensieri su “Una piccola storia sciocca

  1. mi hai ricordato quella scena di Palombella Rossa in cui Nanni Moretti e poi tutti i presenti gridano a Lara nel Dottor Zivago “girati!!! guarda fuori da finestrino!!”

  2. Dario (da notare, “Dario”, non “Salvelli” :P) la fissa per i dettagli è entrata nella mia vita molto prima che ci entrassi tu 🙂 I dettagli si amano, è una fede, quella nei dettagli. L’unica che ho, quindi don’t worry, semmai per un po’ la si è condivisa, nulla di più 🙂

    @Fabrizio Sciocca come sanno essere le piccole cose belle 🙂

    @L’avvocatessa Esiste un club?! Bene 🙂

    @ezekiel 🙂 Un sorriso generico, pareva brutto non rispondere a tutti 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...