RomeCamp

Ci pensavo stanotte. Sì, stanotte. Perchè soffrendo io di insonnia, la notte spesso la dedico ai pensieri.

Uno dei mille scomposti e visionari di stanotte, suonava più o meno così: Che faccio, lo scrivo o non lo scrivo un post sul RomeCamp? Eh, perchè, diciamoci la verità, io son andata lì da perfetta sconosciuta e semi-profana, e già il fatto che qualcuno m’abbia detto “Ah, sì, tu sei quella che posta le foto con le sue occhiaie!” è stata per me indubbia ragione d’orgoglio.

Cronache, commenti tecnici, ratio filosofiche e quant’altro le lascerò ai tanti più competenti e informati di me. Io mi limito a trascrivere qualche sensazione del mio RomeCamp.

Bello. Anche emozionante, se mi passate il termine.

Sì, perchè è emozionante dare un volto, una fisicità, un sorriso, un modo di muovere le mani e un tono di voce a chi leggi, a chi segui.

Bella la location, bella l’idea di coinvolgere gli studenti in un progetto complementare.

Bei sorrisi, bella gente, bell’entusiasmo dilagante.

Bel RomeCamp, insomma.

Che, tra parentesi, è il mio primo BarCamp.

(E poi, diciamocelo, vedere Vibes al mattino, sconvoltissimo e appena sveglio, non ha veramente prezzo!)

Annunci

5 pensieri su “RomeCamp

  1. Nooo, ma non ci siamo beccate?! O abbiamo pure parlato e io non ho ricollegato?
    Beh, lavorando nell’organizzazione ero un po’ una scheggia impazzita. ma spero ci saranno altre occasioni! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...