Cicatrici

C’è che mi sono scottata, un paio di mesi fa. Ho questa patacca violacea sul polso e parte della mano, come ricordo.

Un medico simpatico, una volta, ha detto che un bel giorno, lavandomi le mani, o dando un cinque, o sprecando una carezza, non mi sarei accorta più di nulla. Nessun segno.

Un po’ perchè la pelle è portentosa e tende a rigenerarsi più che può, un po’ perchè l’occhio è pigro e, a lungo andare, scambia la consuetudine per normalità.

Le cicatrici o si riassorbono o te le dimentichi, insomma.

Fatto strano è che, con le mie, continuo a giochicchiarci, percorrendone, con l’indice curioso, il rilievo frastagliato.

Mi fa sentire viva, dolorosamente viva.

Annunci

Un pensiero su “Cicatrici

  1. …e come ti capisco tesoro.
    Io custodisco gelosamente le mie, una sul viso e una su un polpaccio.
    Come tutte le cicatrici, non nascono da un evento felice.
    Ma ti ricordano sempre come l’hai superato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...