Spigoli

Ce li avete presente gli spigoli?

Io sì.

Spigoli sono quelli che ti strappano i sogni nelle mattine buie, quelli che ti puntellano i piedi di gelo sotto al piumone.

Spigolosa è l’ansia che ti si attacca alla bocca dello stomaco e ti fa faticare a respirare e spigolose sono le nocche screpolate che sfregano le une contro le altre.

Spigolosa sono io: quando penso troppo prima di agire, quando mi perdo nel labirinto dei miei se, quando non ascolto e non scelgo la pelle. Sempre e comunque, la pelle.

Gli spigoli di sguardi ostili e di parole tra i denti. Gli spigoli delle recriminazioni, delle storie passate e di quel cieco voler spiegare che non è mai anche un voler capire.

Poi un bel giorno le rughe si spianano. La pelle perde la sua vischiosità, dispiegandosi in una sfoglia perfetta e oleosa, sulla quale lasciare che le percezioni scivolino in eterno.

Sì, sarà per motivi futili.

Ma il mondo diventa una bolla, e sulle bolle ti ci puoi strusciare e ti ci puoi specchiare. Con le bolle ci puoi giocare.

E allora mi rannicchio nel caldo buono della mia morbidezza, chè pure le clavicole sembrano smussate, stamattina.

Agli spigoli, ci penserò domani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...