Prospettivismi

Battiti, sospiri, respiri.

Pensieri a fior di pelle.

Sensazioni pulsanti come vene ingorgate e fragili come bolle.

E poi?

Una manciata di chilometri. Lo sguardo guidato lontano dalla linea decisa della corsia. Bianca, netta, con l’unica prospettiva remota di un orizzonte inarrivabile quanto imponente.

E’ il gioco delle prospettive.

Vicino, lontano, enorme o minuto.

Importante da togliere il fiato o lieve e insinuante come un indice strusciato dentro l’incavo del gomito.

E nel fulcro pulsante dell’andare e del tornare, del sentire e dell’ignorare, del vivere e dello sfiorare

trovi me. Con gli occhi spalancati, i sensi tesi a cogliere tutto e il cervello attento ad immagazzinare ed archiviare ricordi.

Perchè l’importante, in fin dei conti, è avere qualche dozzina di buone storie da raccontarsi, da raccontare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...