La verità è che mi girano a mille

Mi girano come le pale eoliche in un giorno ventoso, come la ruota panoramica alla fiera della mortadella, come la pallina della roulette francese che tu hai puntato rosso ed esce nero o hai puntato nero ed esce rosso, come uno slip nel cestello della lavatrice durante la centrifuga, come i raggi della ruota della bicicletta durante una discesa, come la paperella di gomma nel risucchio della vasca da bagno. Mi girano come il calcestruzzo in una betoniera, mi girano come la girandola sul balcone dei dirimpettai, come i buzurri in moto che si sfidano ad ogni rotonda. Mi girano come le mucche travolte dal tornado Katrina, come le eliche dei fratelli Wright, come le rotative di Gutemberg e come la Terra di Keplero. Mi girano come il calderone dello zucchero filato, come il vaso sul tornio di Ghost, come un pesce rosso nella boccia di vetro.

Mi girano come il gancio impastatore ad uncino del Bimby. In funzione, ovviamente.

Mi girano le palle, caso mai non si fosse capito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...