Succederà, e non lo saprò sopportare

Bevo.

Cerco di lavare via dalla bocca questo sapore chimico di vino scadente.

Qualche volta vorrei andare a letto senza fare bilanci, ma i riti della sera non concedono scampo.

Quattro minuti soffici d’ovatta e di crema detergente, davanti allo specchio. Tre al mentolo, inclinata verso il lavandino. Cinque per l’ultima sigaretta, fuori al balcone. Due per stringermi nuda sotto le lenzuola.

Uno per reprimere un pensiero.

Un pensiero già pensato,

sempre lo stesso, sempre uguale.

Annunci

2 pensieri su “Succederà, e non lo saprò sopportare

  1. I post di rito e di bilancio a fine giornata sono una cosa irrinunciabile per chi ha qualcosa da dire.
    Bellissimo post. Mi ci sono rivista.
    Complimenti per il blog, entrato di diritto immediatamente nel mio feedreader 🙂

  2. Fernanda, ti ringrazio. Anche se i bilanci, per essere utili, dovrebbero essere fatti a livelli alcoolici più contenuti.
    D’altronde, pare che il senso della misura non mi appartenga.
    Un saluto.
    🙂

    Miss

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...