Confini

Breve commedia in tre atti

I sentimenti.

La smania di definirli.

La comparsa della seconda come segno inequivocabile della decadenza dei primi.

[Non dirmi che mi ami.
Amami.]
Annunci

4 pensieri su “Confini

  1. Temo, pittosto, le nostre alchimie sottili non siano che un lento continuo esaurirsi del vero sentimento, che il cor si vôti in questi passatempi meschini e che il fino del fino sia la fin delle fini.
    Jo

  2. + o – , forse, chissà… muoviamo per la conquista di una stella e ci chiniamo temendo il ridicolo. E se spezzando alfine la frivola orditura dei madrigali, andassimo verso un’aria più pura! Se, piuttosto che bere in un minuscoletto ditale d’or l’insipida acqua del ruscelletto, volessimo invece veder come alle spume l’anima si disseta, s’inebria, del gran fiume!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...