Certe pessime abitudini

Vedi che poi t’abitui mi diceva mia madre ogni Settembre, quando assieme alla scuola riprendevano i miei capricci perchè non volevo svegliarmi presto la mattina.

T’abitui… pare facile, e intanto i giorni si ripiegavano in settimane e poi in mesi, e un altro Giugno consolatore veniva a lenire le sofferenze inferte da troppi sonni brutalmente violati.

Io non c’ho mai creduto, a questa cosa dell’abitudine. Non mi capacito del perchè la reiterazione di qualcosa di sgradevole dovrebbe renderla più accettabile, routinaria. Sopportabile.

Ho continuato alacremente ad odiare i risvegli infreddoliti e senza sentimenti, ad avere un rapporto angoscioso con la sveglia e ad aprire gli occhi automaticamente qualche minuto prima del suo trillo odioso, per potere spegnerla, posticiparla. Evitarla, in qualche modo.

Gli unici risvegli mattinieri che ricordo con piacere sono quelli associati alle partenze, o all’attesa di qualche comunicazione importante, ché proprio non ce la fai, a restare a letto.

Le sei di mattina mi piace guardarle mentre rincaso, godermi la gradualità del giorno che si illumina. Mi piace sdrammatizzare la sacralità dell’inizio con la mia conclusione sciatta. Di calze strappate, scarpe alla rinfusa e ginocchia cedevoli.

E allora capirai la mia preoccupazione quando mi sento dire, ancora, Poi ci fai l’abitudine…

Che si trattasse di dinamiche indigeste, arroganti facce di bronzo o pensieri ingombranti, ne ho visti passare troppi e troppo invano di autunni che si davano arie da gran risolutori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...