La sottile differenza

La gente è confusa e superficiale.
Ha poche risposte e si fa ancora meno domande.
Manca di chiarezza nei confronti di se stessa, pecca di leggerezza perché non sa, o forse non vuole, guardare. Guardarsi.
La gente, ad esempio, confonde l’allegria con la felicità.
E quando sei in silenzio ti chiede perché sei triste, senza capire che l’antidoto gira sempre a braccetto con il veleno, e che non c’è cura che tenga, se non si conosce la malattia.
A me la differenza tra allergia e felicità certe volte appare nitida, quasi oscena nella sua disarmante chiarezza.
Posso essere allegra in mille serate alcoliche, sorridere per qualche battuta scema, riposarmi dentro un abbraccio che ho scelto di volere a tempo determinato
Posso essere allegra, contagiare con la mia allegria, spingere il piede sull’acceleratore e ridere fino ad irrigidire i muscoli facciali.
Felice, felice, invece, beh.
Felice, si sa.
E non è affatto allegro, certe volte, essere così felici.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...