Amo far nevicare su Parigi

Amo guardare quelle briciole bianche frenate dalla persistenza compatta dell’acqua. Un’acqua che non evapora,  un’acqua che si rimescola.

Sempre la stessa, sempre uguale.

Io a Parigi non ci sono mai stata. Sono tanti (troppi) i posti in cui non sono mai stata, e a quest’ora mi piglia una frenesia sconclusionata. Una febbre del fare, malattia del tempo che passa.

Ma il letto è letto, con la sua incombenza orizzontale, e la coscienza è sporca, ma ad una certa ora non ti viene manco l’idea di fare il bucato.

E allora faccio nevicare su Parigi ancora un po’ e mi tengo stretti un paio di ricordi prima di domani. Perchè domani arriva sempre.

E non solo al peggio, ma anche al meglio ci si deve preparare.

Perchè anche il meglio è altro, diverso, differente.

Perchè altrimenti capita che c’hai Parigi imbiancata e vera davanti agli occhi, e tu continui a rigirarti tra le mani la stupida sfera col miracolo di polistirolo di un inutile nevicare.

Dolce notte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...