Deve essere una specie di principio generale dell’universo: le risposte arrivano quando hai smesso di cercarle.

E arrivano con l’unico scopo di gettarti ancora in confusione, di riaccenderti le paranoie e riaprirti tutto quanto il ventaglio delle tue smanie più o meno malate o inopportune o indecenti o.

Certi nomi e certi cognomi, certi indirizzi, certi particolari che ci dicevamo di dover conoscere per trovare pace, ai quali abbiamo consacrato infruttuosamente tutta la nostra insonnia e qualche lunghissimo domenica pomeriggio, dovremmo avere la fermezza di scriverli su un pezzo di carta e di bruciarli.

Di dimenticarli.

D’altronde non sarebbe altro che la riproposizione di uno dei clichè filmici più deliziosamente triti:

lei scopre di essere tradita e si affida all’investigatore privato, lui muore nella sciagura aerea, l’investigatore bussa alla porta armato di plico della colpevolezza.

E lei lo cestina, intonso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...