Barcellona

che non si vergogna

che ti sputa sul cuore

che ti apre gli occhi di stralci allucinanti

che ti trascina di peso nel suo inquietante calderone

che ti riempie i sensi di pezzi di vita

che si perde in pause fiacche di viali alberati e caffè francesi,

ma è solo un attimo, l’ultimo morso d’aria prima di tentacolarti nel fango caldo della sua verità.

Grembo molliccio di notti che non vedono mai il mattino. Morbido, caldo, putrido appena.

Mescola di umanità distratta e pungente e stanca e miserabile e addormentata.

Bella per quanto è vera.

Vera per quanto è bella.

Sincera e nauseante.

Amore sudato e fatto in fretta.

Bisogno,

nient’altro che inutile vizioso assurdo

bisogno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...