Lunatica

Tra le parole che comincerò a considerare come non apposte, assieme alle persone che le pronunciano, c’è questa. Lunatica.

Passi la poca grazia del lemma e la sua radice facile, passi che con una kappa al posto della ci diventa la discoteca sommo simbolo e sommo untume della mia prima adolescenza.

Io non sono lunatica.

Mi piego alle leggi del mondo di azione e reazione. Ogni mio comportamento è perfettamente e logicamente motivato e se vieni qua, un po’ più vicino, te lo spiego pure con le mani.

Io non sono lunatica. Quel tratto di imponderabilità uterina non mi appartiene.

Sono antipatica, forse stronza, sostanzialmente gentile, pensosa e pensierosa e inutilmente sorridente, cronicamente permalosa, attaccabrighe del lunedì, ma lunatica no.

Bilancio la causa e l’effetto con le dita e con la pelle e se dall’epicentro del dramma, dall’occhio del ciclone della mia rabbia, vengo fuori, respiro, sorrido e ti chiedo che c’è? non è perché sono lunatica, povero stronzo. È una scelta opportuna, l’autofferta di renderti un nulla piacevole.

È logica perfetta.

Perfetta, spicciola logica della felicità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...