Alla musica che non sapevo mi piacesse

A quel pezzo che hai detto ascoltalo, alla mia dedizione.

Al piacere inaspettato che si fa certezza, alla bellezza struggente del tanto diverso da me.

Ai chilometri, ai viaggi decisi in fretta, agli imprevisti e ai pianti, all’amore fatto bene ma anche a quello fatto peggio. Agli autobus mancanti, alle sei del mattino, alla pienezza della circolarità.

Alle attenzioni e alle piccole tirannìe.

Ancora, a questo pezzo che ascolto ora (in una stanza non mia, in un posto che mi appartiene meno di quanto credessi) per curare una malinconia insensata, dolce, leggera.

Ai faremo brillanti che non mi pesa mettere in conto, alla concretezza e alla leggerezza, agli ingranaggi che funzionano per scommessa.

Alle scommesse non fatte ma vinte.

Insomma a tutto,

tutto,

questo tempo soleggiato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...