Teorie e tecniche dell’infelicità

Ci sono sensazioni che rimangono pure dopo che l’ultima particella di rancore ha deposto le armi e s’è ritirata in una nuvola di fagnénte.

All’inizio ti sembrano riflessi condizionati attivati dalla stimolazione di quei sensi grossolani, come la vista il tatto o chessò.

Poi i giorni diventano mesi, mesi densi e felici, e i mesi chiamano a raccolta la dozzina e quei colpetti cupi sotto lo sterno li senti ancora e si fanno pizzicore, prurito che non puoi grattare via.

Ti dicono che sono segni, ferite piccole e scomode come quelle sulle nocche che si riaprono ad ogni contrazione elementare. E che passano come passano quelle ferite: da sole, pur continuando a muovere le mani.

La persona che ti respira accanto mentre dormi, quando si gonfiano di fastidio improprio rendendo claustrofobica ogni misura di abbraccio, le chiama traumi, in maniera sempre un po’ stizzita. Liti minime, parole che spiegano ma non servono.

Mi cruccia il pensiero che non riavrò in nessun modo la considerazione che non ho preteso. Quell’integrità invincibile che senti di possedere fin quando rimani padrona di te stessa. Mi secca il modo progressivo e inesorabile in cui ho contratto i miei desideri, rimpicciolito le aspettative per ripararmi dalle delusioni, pianto piano per nascondermi l’insoddisfazione.

Un pensiero a chi in questo c’ha sguazzato?

Come monito personale, nient’altro.

Mi sento i pizzichi, mi butto ancora a capofitto e mi tengo d’occhio: mi voglio felice.

E no che non mi accontento, non più, mai più. Sono dell’idea che solo la tensione (irrisolta, accartocciata, delusa, ma presente) alla pienezza possa garantirmi un buon livello d’essere.

E se per caso senti che ti stai accontentando tu, smetti subito.

Perseguire l’insoddisfazione con profitto non merita impegno,

mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...