Al netto del nettare

Nettezza è una delle mie parole preferite.

Una di quelle con le quali mi riempio la bocca quando voglio allargare i polmoni per ingoiare più aria che posso e appiattire le grinze di dentro.

Davvero.

Ci sono parole, e concetti che ci si appoggiano intermittenti, che ti riempiono di orgoglio presuntuoso perché riesci a dirle, a sentirle, a starci dentro.

Nettezza è la mia formula d’onnipotenza: segue, con enfasi composta e minore,  completezza.

Se completezza è un tondo fatto col dito nell’aria, perfetto e inesistente, nettezza è la buccia sottile che viene via tirando un lembo: un atto costante e gentile che conduce al nudo inequivocabile, alla polpa.

Una parola che sa del pulito incorrotto delle superfici piane e riflettenti, il pulito che ricostruisce l’intero, che azzera la complessità, che spiana lo sguardo.

Io non sono netta.

Sono nodosa e corrotta, irregolare.

Ho sensazioni nitide che si deformano al caldo di pensieri tortuosi. Sensazioni che vorrei godere al netto dei pensieri e del loro viscido brulicare.

Sensazioni nette, lucide, con attriti smorzati, da sedercisi sopra e spingersi con le mani.

E poi c’è il verbo, nettàre, che se ci cambi l’accento diventa lo stucchevole beverone degli dei. Dolce, colloso nèttare dell’immortalità.

A me quell’accento sembra sempre che stia a chiedermi di scegliere.

Tra il ruvido e il liscio, tra il molle e il compatto, tra lo sporco fetente nel quale immergi le mani se lasci che le cose diventino tue e l’asettico incorrotto netto splendore delle superfici ipotetiche, nette allo sguardo ed estranee a pelle, stomaco, cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...